Roma, (TMNews) - "Il 2014 sarà ancora un annodi grande sofferenza" sul fronte del lavoro. Lo ha detto ilministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Giuliano Poletti,in un'audizione alla Camera.Indipendentemente dalle "considerazioni sulle dinamiche del Pil,che sia +0,6% o +1%, la dinamica dell'occupazione per il 2014continuerà ad essere ancora molto, molto pesante", ha spiegato Poletti.Sul 2014 peseranno "gli effetti della coda della crisi" ma ci sarannoanche "dinamiche di ripartenza di alcuni segmenti". Ad esempio,"il settore metalmeccanico - ha sottolineato il ministro - si stariprendendo".Occorre quindi "accelerare al massimo l'ingresso nel mondo dellavoro e lo sviluppo dell'economia" perchè "dentro la ripartenzadel sistema economico c'è il recupero dell'occupazione", haconcluso il ministro.