Parigi (TMNews) - Christine Lagarde non si dimette. Il direttore generale del Fondo monetario internazionale ha annunciato di essere stata incriminata solo per negligenza a seguito della complessa vicenda dell'arbitrato tra Bernard Tapie e il Crédit Lyonnais."La commissione istruttoria della Corte di giustizia francese ha deciso la mia incriminazione per una semplice negligenza. Dopo tre anni di istruttoria, decine di ore di interrogatorio, la commissione si è arresa all'evidenza che non sono stata complice di alcun reato e dunque si è limitata a sostenere che non sono stata sufficientemente vigile nell'arbitrato".La vicenda riguarda l'arbitrato del 2008, quando la Lagarde era ministro dell'Economia, che aveva concesso 400 milioni di euro a Bernard Tapie alla fine della disputa che aveva contrapposto il chiacchierato l'uomo d'affari legato al partito socialista al Credit Lyonnais per la vendita di Adidas."Ho chiesto al mio avvocato di procedere a ogni ricorso possibile contro questa decisione che reputo come totalmente infondata".A chi le chiedeva se intendesse dimettersi dal Fondo monetario internazionale la Lagarde ha replicato seccamente: "Torno a lavorare a Washington questo pomeriggio".