Landsberg (TMNews) - È piccola ed economica ma a quanto pare, anche poco sicura. La Tata Nano, presentata come l'automobile meno costosa del mondo, nata in India per permettere anche ai più poveri di possedere una vettura dal basso costo d'acquisto e mantenimento, a Landsberg in Germania, non ha superato i crash test dell'Ncap (il programma di valutazione dei nuovi modelli di auto), necessari per la vandita anche sul mercato occidentale. Sotto accusa soprattutto la mancanza di airbag."È facile vedere la violenza distruttiva dell'energia scatenata dall'impatto - ha spiegato David Ward, segretario generale del programma Ncap - l'intero abitacolo è collassato sui passeggeri, soprattutto sul conducente. L'auto non aveva un airbag ma anche se lo avesse avuto, sarebbe stato inutile perché la lamiera ha schiacciato l'autista che avrebbe riportato gravi traumi alla testa, al torace, all'addome e lesioni agli arti inferiori. Possiamo dire, purtroppo, che questo incidente sarebbe stato sicuramente mortale".La Nano, in vendita in India a poco meno di 2mila euro, non è l'unica vettura a non aver superato il test. Anche altre auto molto popolari tra gli autisti indiani come la Suzuki Maruti Alto 800, la Ford Figo, la Hyundai i10 e la Volkswagen Polo non hanno dato i risultati sperati in termini di sicurezza."La cosa interessante - aggiunge il presidente della Ncap, Max Mosley - è che si può costruire un'auto sicura quasi allo stesso prezzo di una poco sicura. Per cui è molto importante concentrare, con questi test, i nostri sforzi e quindi il mercato sul problema della sicurezza".Le auto sono state testate simulando, seconde le norme Onu, uno schianto frontale tra i 56 e i 64 Km orari senza airbag.(Immagini Afp)