Milano, (TMNews) - E' la Cina il campo di battaglia più importante nella sfida globale tra Apple e Samsung: il mercato della telefonia mobile è in grande espansione, come in tutti i Paesi emergenti. I clienti sembrano equamente divisi nella scelta tra i modelli."L'iPhone è user friendly, mi piacciono tutte le caratteristiche" dice questo ragazzo."Io ho un Samsung Galaxy S e preferisco il sistema operativo" afferma invece quest'altro."A me piace l'iPhone per la fotocamera ma preferisco la tecnologia di Samsung".La differenza tra i due colossi in Cina sta nel prezzo: l'iPhone più economico costa circa 500 dollari, il Samsung di gamma più alta cioè il Galaxy 3 costa di più, ma il meno caro si trova a 193 dollari. Oltre a fare una politica di prezzo e modelli differenziati, Samsung ha innovato per rubare clienti a Apple: una scelta che paga, dato il sorpasso avvenuto nel 2011 e la quota di mercato salita al 32% nel 2012. "La nostra preoccupazione principale per il 2013 riguarda la capacità di Apple di rivolgersi ai mercati emergenti: ora non hanno un prodotto per questo spazio, ci aspettiamo che rimedino quest'anno, ma se non lo faranno potrebbero esserci problemi di profitti" spiega un analista.A complicare lo scenario c'è il previsto rallentamento della crescita globale degli smartphone. Inoltre nel 2013 i due colossi dovranno fronteggiare l'agguerrita concorrenza dei nuovi produttori cinesi.