Roma,( TMNews) - Per il patron di Eataly Oscar Farinetti i problemi della crisi italiana si risolvono grazie alle esportazioni: una ricetta che potremmo chiamare "800 per tre" e che si affida alle cifre dell'export del Made in Italy, unico settore che tira eppure settore troppo fragile. Farinetti ha spiegato la sua ricetta parlando dal meeting di CL a Rimini ai giornalisti. "Noi mettiamo a posto i nostri problemi se raddoppiamo le nostre esportazioni", ha detto. "Tre numeri nel nostro paese: noi abbiamo 800 miliardi che spendiamo, i consumi, 800 sono i miliardi della spesa pubblica, 400 sono i miliardi delle esportazioni. Bisognerebbe portare in pari questo numero: 800, 800 e 800. Per esempio per far venire voglia alal Coop, alla Esselunga di aprire un supermercato all'estero, se hanno uno sgravio fiscale magari ci vanno,come ha avuto Carrefour, ha avuto Auchan, ha avuto Leclair. Il motivo per cui i francesi esportano il doppio di noi di agroalimentare è semplice: hanno il doppio di noi di negozi nel mondo. Ottanta ipermercati di Carrefour in Cina secondo voi vendono vino italiano o francese? Vendono quello francese, per cui i cinesi non sanno neanche che esiste il vino italiano, perché non ci sono negozi. Dobbiamo incentivare gli italiani - questo 0,83% che vi dicevo della popolazione mondiale - a partire, alzare il sedere dalla sedia, andare nel mondo a vendere le nostre meraviglie".