Milano (TMNews) - Nonostante le professioni di ottimismo e le speranze della politica, la crisi non sembra allentare la propria morsa sul nostro Paese. I dati dell'Istat, infatti, fotografano un'Italia ancora in grande difficoltà, con la disoccupazione che resta ai massimi dal 1977, attestandosi a ottobre a un pesante 12,5%. Con aspetti drammatici, come quello che riguarda i giovani tra i 15 e i 24 anni, tra i quali i senza lavoro hanno raggiunto il massimo storico: 41,2%. In sostanza, se si incrociano i dati sulle persone tra i 18 e i 29 anni, risulta che un disoccupato italiano su tre ha meno di 30 anni. Contestualmente continua a scendere l'inflazione, ora attestatasi allo 0,6%, ulteriore sintomo di consumi immobili a causa delle difficoltà economiche delle famiglie. In questo quadro fosco, dall'Europa arriva un piccolo segnale positivo: nell'Eurozona a ottobre la disoccupazione registra un leggero passo indietro, dopo il record del mese precedente. Ma in questo momento sembra davvero una luce molto flebile in fondo al tunnel della crisi.