Pechino (askanews) - La Cina ha deciso di proseguire l'acquisto di azioni per rassicurare i mercati azionari dopo la grande paura provocata dal ciclone Shanghai che si è abbattuto sulle borse internazionali. Il crollo della Borsa cinese dell'8,50% aveva contagiato i mercati europei che hanno mandato in fumo 230 miliardi di euro, spaventati dai limiti dimostrati dall'azione del governo nel gestire le difficoltà della seconda economia mondiale.Un portavoce della Commissione di vigilanza sulla Borsa, secondo quanto riporta l'agenzia Xinhua, ha riferito che la China Securities Finance Corporation continuerà ad acquistare azioni per smentire le ipotesi che avevano iniziato a circolare sul fatto che le autorità avrebbero potuto decidere di non continuare il massiccio supporto al mercato delle ultime settimane.A rendere il clima più preoccupante le indicazioni giunte dall'economia reale. L'Istituto statistico nazionale ha infatti reso noto che i profitti delle grandi imprese a giugno sono scesi dello 0,3% su base annua mentre secondo analisi indipendenti la produzione industriale cinese a luglio si è ulteriormente contratta, raggiungendo il livello più basso da 15 mesi.(Immagini Afp)