Montevideo (askanews) - L'eolico conquista il Sudamerica. Il ferro di lancia del continente impegnato nell'utilizzo di questa energia alternativa è l'Uruguay. Oggi sono attivi 20 parchi eolici e altri 12 sono in costruzione.La scelta di impegnarsi in questo settore è cominciata nel 2008 e a fine 2015 il 30% dell'elettricità nazionale sarà fornito dall'eolico, superando i livelli del 28% della Danimarca e del 12% della Germania, facendo conquistare a Montevideo il titolo di leader mondiale dello sfruttamento eolico."Abbiamo dovuto superare molti problemi tecnici, spiega Ramon Mendez, direttore nazionale dell'Energia, ma ce l'abbiamo fatta. E ciò vuol dire che in diversi momenti della giornata tutta l'energia consumata a livello nazionale verrà prodotta dall'energia eolica".L'Uruguay investe ogni anno il 3% del Pil in queste attività e complessivamente ha già mobilitato quasi 7 miliardi dollari. Tra i benefici della produzione di energia eolica in Uruguay non c'è solo la tutela dell'ambiente grazie alla produzione di energia pulita e rinnovabile ma anche il risparmio economico. Nei prossimi cinque anni l'Uruguay prevede un taglio radicale della dipendenza dalle importazioni di petrolio.(Immagini Afp)