Roma (TMNews) - Eliminare le discriminazioni fiscali che penalizzano le banche italiane nel contesto europeo. È la richiesta avanzata dall'Abi al governo nella riunione del comitato esecutivo dell'associazione bancaria cui ha partecipato il ministro dell'economia Pier Carlo Padoan. "Abbiamo consegnato al ministro - ha detto il presidente dell'Abi, Antonio Patuelli - un dossier sulle assimetrie di natura fiscale rispetto ad altri paesi in Europa. Non c'è nessuna richiesta di alcun privilegio, ma solo la richiesta che le banche operanti in Italia non subiscano discriminazioni rispetto alle banche che operano in altri paesi".