'Pochi e poco valorizzati'. Bene invece le riforme del lavoro