New York, (askanews) - Come Jeff Bezos di Amazon, anche il presidente di Alibaba vuole il suo Washington Post. Jack Ma infatti starebbe trattando per acquistare il South China Morning Post, un quotidiano molto influente in lingua inglese pubblicato a Hong Kong.Il magnate americano e quello cinese devono la loro ricchezza a Internet e all'e-commerce, ma le analogie non finiscono qui. Il South China Morning Post, come accadde il Washington Post, sta facendo fatica a adattarsi ai cambiamenti introdotti nel settore dei media dalle nuove tecnologie.Per il quotidinano di Hong Kong però la prospettiva di un acquisto da parte di Ma potrebbe creare molti problemi per l'indipendenza. A differenza della Cina infatti ad Hong Kong è garantita la libertà di stampa e l'indipendenza dei quotidiani. Una legge scritta nella costituzione e rispettata nonostante l'ex colonia inglese sia tornata sotto il controllo di Pechino."C'è sicuramente preoccupazione per il rischio censura, perchè Alibaba è molto vicina al governo cinese e si temono ingerenze politiche del governo centrale che potrebbero compromettere la libertà di cui godiamo ancora" spiega Willy Lam professore dell'università di Hong Kong. Per Alibaba sarebbe un modo per aumentare la sua presenza all'interno del mondo dei media, visto che già possiede quote di alcuni siti cinesi che si occupano anche di news.(immagini AFP)