Roma, (askanews) - Tanta emozione per la serata conclusiva della terza edizione di Italia Travel Awards al The Church Palace di Roma. Si è concluso infatti con successo di partecipazione l atteso appuntamento con gli Oscar del Turismo italiano, ambito ed esclusivo riconoscimento che premia la professionalità nel panorama turistico nostrano.

Importante la partecipazione di agenti di viaggio, operatori del settore e viaggiatori, oltre 22.755 infatti gli utenti registrati, che attraverso un sistema di votazione libera e trasparente hanno espresso le loro preferenze per ognuna delle categorie in concorso consentendo ai propri beniamini di essere incoronati vincitori. Lunghissimo l'elenco, con i top player (Tour operator, network agenzie, compagnie aeree, destinazioni) del mercato nazionale e internazionale ma anche proposte legate al turismo accessibile, con uno speciale riconoscimento introdotto quest'anno.

Dai protagonisti emerge forte un quadro di ripresa di investimenti, in quello che è giustamente considerato un settore strategico dell'economia italiana. Marco Amos, amministratore delegato di Tui Italia:

"E' un momento di investimento, sia sull' inbound con l'apertura di nuove strutture con un progetto preciso di crescita, e anche per l'outbound, dove stiamo riposizionando il brand Tui con un processo di sviluppo partendo da quello che era Turchese per posizionare Tui come brand forte sul mercato".

Ancora investimenti dal mondo delle crociere. Protagonista MSC, che sposta sempre in avanti i limiti del suo progetto di espansione. Il country manager Italia Leonardo Massa:

"Siamo impegnati in un piano industriale di oltre 10 miliardi di investimento, partito nel 2017 e che continuerà fino al 2026. I limiti sono le nuove navi, nuovi prodotti e destinazioni. Lo scorso anno abbiamo festeggiato l'arrivo in flotta di Msc Meraviglia e Msc Seaside. Tra pochi giorni, il 9 giugno, vareremo a Genova Msc Seaview ma già lavoriamo ai vari del 2019 di Msc Bellissima e Msc Grandiosa".

E le destinazioni? L'attenzione sia per le mete italiana sia per quelle estere è per la diversificazione dell'offerta. E' il caso di Israele, che punta ad esempio sull'accoppiata Gerusalemme-Tel Aviv. Avital Kotzer Adari, direttore dell'ufficio del turismo israeliano in Italia:

"Gerusalemme e Tel Aviv in accoppiata offrono bellissime opportunità, dal mare alla storia, alla spiritualità, cultura. E per tutto l'anno, per target diversi, dalle famiglie alle coppie alla ricerca di un viaggio romantico. C'è veramente di tutto e ogni giorno può essere un'avventura incredibile".

Con lo sguardo già al 2019 Italia Travel Awards si consolida quindi come momento di festa ma anche di riflessione tra attori di un turismo innanzitutto vera risorsa per il paese, come conferma Danielle Di Gianvito, insieme a Roberta D'Amato ideatrice della manifestazione:

"Un cavallo di battaglia dell'Italia, tanti professionisti che si adoperano quotidianamente affinchè l'Italia sia sempre sottop le luci e i riflettori come destinazione turistica d'eccellenza".