Milano, (askanews) - Il ministro dei Trasporti e infrastrutture, Graziano Delrio, inaugurando la Teem A 58 Vizzolo Predabissi, si toglie qualche sassolino dalla scarpa parlando della finanza di progetto per la realizzazione di opere infrastrutturali. "Normalmente paghiamo il 40-50% in più di un'opera dal progetto preliminare a quello definitivo. E lepaga lo Stato, ma noi non siamo - dice - il Bancomat dei privati". E' chiaro, aggiunge che lo Stato non può cambiare le regole a gioco iniziato. E a proposito dei rischi di corruzione dice che il nuovo codice degli appalti semplificherà le procedure perchè "la semplicità delle regole è la migliore arma per combattere la corruzione".