Milano (TMNews) - Gli scandali legati all'Expo 2015 rappresentano "una caduta etica molto importante" e "un brutto colpo per Milano", ma se la "risposta che secondo me stiamo dando rischia di bloccare completamente il Paese". Il monito è di Gianfelice Rocca, presidente di Assolombarda. "In Italia tendiamo a sovrapporre un livello dopo l'altro di controlli. Non possiamo pensare di cambiare i project manager, che di solito sono ingegneri e tecnici, in avvocati o legali" ha aggiunto il numero uno degli industriali perché questo rende "difficilissimo realizzare le opere" e porta a una "condizione di stallo". A suo parere la risposta migliore è "aumentare il tasso di responsabilità e di autonomia nelle decisioni".