Roma, (askanews) - Le imprese italiane si stanno predisponendo ad affrontare la quarta rivoluzione industriale anche se a mancare è la competenza. Lo ha rilevato il direttore delle relazioni esterne di Sharp, Carlo Alberto Tenchini nel corso di un tavolo di lavoro dal titolo "Industria 4.0: il futuro del lavoro e il lavoro del futuro".

"Le imprese italiane si stanno attrezzando. Il governo sta facendo i suoi passi. Le imprese italiane non saranno pronte fino a quando si parlerà di industria 4.0 il piano della buona scuola, adesso si chiama così perchè non si può più chiamarlo 2.0 rimarrà 2.0".

Soffermandosi sulla ricerca presentata da Sharp sull'uso della tecnologia in ufficio Tenchini ha sottolineato la necessità di puntare sulla formazione per lo sviluppo delle competenze.

"Le imprese hanno le loro problematiche organizzative pagano dei ritardi la loro dimensione soprattutto per quanto riguarda l'Italia ma il problema vero è il livello di competenza che abbiamo all interno delle imprese. Il professor Sideri ha detto che centrale deve essere lo sviluppo delle competenze degli uomini, lo sviluppo delle competenze dei manager, la creazione di scuole di formazione aziendali. Finchè non ci sarà questo posso introdurre tutta la tecnologia di questo mondo ma l'impresa non farà passi avanti. Lo sviluppo delle nostre tecnologie sicuramente dà un supporto a queste attività di sviluppo delle competenze, formazione a distanza formazione sincrona, aumento della velocità di apprendimento. Questi sono fattori dove la tecnologia può fare la differenza sicuramente".