Roma, (TMNews) - Imprenditori in piazza per chiedere uncambio di rotta nella politica economica. A Roma, in 60mila perchiedere a gran voce una svolta, un 2014 che sia finalmentedi crescita. Gli imprenditori non vogliono più essere usati come un bancomat e dicono basta ad un fisco che soffoca e opprime. In particolare, puntano il dito contro "una pressione fiscale che per le imprese tocca il 66% anche a causa di una tassazione locale senza limiti, in una situazione in cui è a rischio la pace sociale, come ha avvertito il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli. Se non riceveranno adeguate risposte dalnuovo Governo gli imprenditori sono pronti a scendere nuovamentein piazza.