Roma, 24 mar. (askanews) - Le imprese di Eurolandia scattano in avanti. Produzione, assunzioni e nuovi ordini sono risaliti ai massimi da 4 anni, secondo l'indagine tra i responsabili degli approvvigionamenti curata dalla società di ricerche Markit (il Purchasing managers' index).In questa indagine i 50 punti rappresentano il limite tra crescita e contrazione dell'attività. E a marzo si è balzati a 54,1 punti, superando le attese e segnando il livello più alto dal maggio del 2011.Il tutto in concomitanza con gli stimoli all'economia varati dalla Bce, il quantitative easing voluto dal presidente Mario Draghi partito proprio a marzo.I tecnici di Markit non mancano di avvertire che permangono rischi legati a Grecia e Russia. Ma la speranza è che l'effetto combinato della manovra di politica monetaria, assieme allo scatto delle aziende, finisca per far ripartire anche gli investimenti.