Roma (TMNews) - Gli immigrati sono il 10,5% dei lavoratori totali del nostro Paese. Anche loro sono stati colpiti dalla crisi, e il loro tasso di dosccupazione è arrivato al 17,9%. Tuttavia gli immigrati trovano lavoro più facilmente rispetto agli italiani anche perchè sono disposti a occupazioni umili e faticose. Il punto in un rapporto del ministero del Welfare, come spiega il viceministro Guerra. "Il punto principale è che abbiamo esaurito la fase di aumento di occupazione da parte degli immigrati. Abbiamo invece in crescita un bacino di offerta di lavoro che riguarda sia i disoccupati, sia un milione e 250 mila persone inattive arrivate nel nostro Paese per i ricongiungimenti familiari, oppure cittadini di altri Paesi europei o giovani immigrati di seconda generazione. Per questo dobbiamo mettere in campo anche per gli immigrati politiche attive del lavoro che li aiutino a trovare occupazione"