Genova, (Askanews) - "La preoccupazione rispetto all'Ilva è che si sta perdendo tempo perché anche il finanziamento dato dalle banche sta andando verso la conclusione e prospettive di soluzioni non ce ne sono". Lo ha affermato il segretario della Fiom, Maurizio Landini, a margine del comitato direttivo dei metalmeccanici genovesi della Cgil."Se non c'è un intervento pubblico diretto anche transitorio per la gestione di quell'azienda, corriamo il rischio -ha sottolineato Landini- di perdere un pezzo decisivo del nostro sistema industriale"."Bisogna in prospettiva -ha concluso il leader della Fiom- anche arrivare a cambiare la proprietà ma in questa fase diventa urgente e necessaria una seppur transitoria presenza pubblica per garantire che si sblocchino i soldi ancora bloccati, per far partire gli investimenti e per creare le condizioni di una vendita che sia fatta con serietà".