Napoli (askanews) - "L'impegno è quello di non cambiare rotta e di continuare nell'abbattimento delle tasse lungo le linee già adottate dalla legge di stabilità".Il governo, dunque, punta sulla riduzione delle tasse per favorire maggiori investimenti. Lo ha garantito il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, intervenendo a un forum presso il quotidiano Il Mattino di Napoli."L'idea è che si debbano tagliare le tasse cercando l'efficienza, e questo è un obiettivo che deve coinvolgere tutti i livelli di governo, quello nazionale, quello regionale e quello locale. L'idea è che si possa avere un meccanismo di finanza pubblica che sia più piccolo, snello, efficiente e si possano fornire servizi pubblici, indispensabili con costi più bassi".Al convegno era presente anche il neo-governatore della Campania, Vincenzo De Luca che, tra le altre cose, ha posto l'accento sull'importanza di una corretta gestione dei fondi europei."Abbiamo un fortissimo ritardo - ha detto - siamo una delle due regioni del Sud a non aver ancora approvato nessuno dei principali strumenti di programmazione: il Por, il Psr, il piano ospedaliero, la programmazione dei trasporti è inesistente. In queste condizioni è difficile immaginare sviluppo".Il forum si è concluso con la convergenza sulla necessità di una visione strategica per il Sud. Più che altre strutture burocratiche è necessaria una vera e propria task force - ha detto il ministro - per affrontare le sfide che attendono il Mezzogiorno come il resto del Paese."Non basta aspettare che il Nord si riprenda e che questi effetti scivolino al Sud - ha specificato - ma è fondamentale far partire le enormi potenzialità che ci sono qui, soprattutto il capitale umano, come dimostrano le tantissime eccellenze".