Milano, (TMNews) - Il 2013 raccontato attraverso gli eventi chiave del mondo della finanza e degli affari. Si parte con il fondatore e numero uno del colosso delle vendite online Amazon, Jeff Bezos, che sbarca nell'editoria comprando per 250 milioni di dollari il Washington Post. La sua ultima sfida è ambiziosa: consegne in 30 minuti con droni volanti.Da un uomo a una donna manager hitech: Marissa Mayer porta avanti la sfida di rilanciare Yahoo! a colpi di acquisizioni. Per 1,1 miliardi di dollari compra la piattaforma Tumblr e arricchisce il suo team di firme prestigiose. Se Yahoo! cerca il rilancio, Blackberry fatica a restare in vita: il gruppo canadese cambia nome, taglia il 40% della forza lavoro e annuncia la messa in vendita per poi fare marcia indietro. Ma non si sa se le misure drastiche basteranno a salvarlo.Tra gli eventi 2013 c'è la quotazione dell'anno, paragonabile per rilievo solo a quella di Facebook: Twitter sbarca in Borsa, sul New York Stock Exchange. Anche Google corre a Wall Street: le azioni del colosso di Mountain View toccano quota mille dollari. È un anno da record per la Borsa americana: la politica monetaria espansiva della Federal Reserve porta a nuovi picchi agli indici. Un boom che non si riflette nell'economia reale: la protesta dei lavoratori dei fast food simboleggia un disagio sociale figlio della povertà in aumento.Il 2013 è l'anno della moneta elettronica, il cui valore passa da 14 a 1.200 dollari in 12 mesi, conquistando il titolo di "investimento del XXI secolo". Se la tecnologia vola, la politica fa flop: lo Shutdown provoca la chiusura per 16 giorni di uffici del governo e parchi nazionali, il licenziamento di 800mila lavoratori e costa 24 miliardi di dollari. La paralisi è il risultato del braccio di ferro tra Democratici e Repubblicani sull'Obamacare, riforma sanitaria voluta dal presidente e diventata realtà con esiti ancora incerti.