Premiata la teoria dei contratti del britannico e del finlandese