Washington (askanews) - Il direttore generale del Fondo monetario internazionale Christine Lagarde ha detto che i creditori della Grecia si stanno avvicinando all'idea di ritrutturare l'enorme debito del Paese. "Ho qualche speranza, perchè non più di un paio di ore fa ho captato qualche segnale positivo nei confronti del principio della ristrutturazione del debito" ha detto in una intervista alla Cnn.In un documento fatto filtrare, il Fmi minaccia di non partecipare al terzo salvataggio greco a meno di una drastica riduzione dell'onere finanziario su Atene. "Ciò che abbiamo detto loro è che non importa che forma abbia... Ma va trovato il modo di alleggerire l'onere e consentire al paese di dimostrare che può tornare su una strada sostenibile" ha detto Lagarde,spiegando che l'opzione migliore potrebbe essere l'allungamento delle scadenze del debito. Un condono o un "haircut", una riduzione dell'ammontare, "non sono infatti all'ordine del giorno, sul piano politico".Dal lato di Bruxelles, invece, si pensa di usare il meccanismo di stabilità finanziario europeo (Efsm) per fornire alla Grecia un prestito ponte da 7 miliardi per far fronte alle esigenze finanziarie immediate, ma dovrà essere rimborsato entro tre mesi al massimo attraverso i nuovi finanziamenti che la Grecia riceverà dal fondo europeo salva-Stati. Il tempo stringe e le banche greche al momento restano chiuse.(immagini Afp)