Roma, 30 giu. (TMNews) - E' un grande successo la mostra sul glamour della moda italiana al Victoria and Albert Museum di Londra; finora centomila visitatori. E davvero girando fra i magnifici abiti esposti c'è da sentirsi orgogliosi della creatività italiana: capolavori di grandi nomi, vestiti, accessori, dettagli dell'artigianato per uomini e donne, in un excursus storico dal 1945 ad oggi che non dimentica il senso economico della moda. Il museo ha intervistato anche Franca Sozzani, la direttrice di Vogue italia:"If you see Italy has been shared in different districts because you can see the places where they do knitwear, the places where they do shoes, the places where they do leather, the place where they do silk, the place where they do wool"."L'Italia è divisa in distretti, dove si fa la maglia, dove si fanno le scarpe, dove si fa il cuoio, dove si fa la seta o la lana."This kind of district is a guarantee, to a certain kind of a quality. "Made in Italy" has to be like you guarantee the quality, you guarantee the creativity but after you are to change day by day".Questo sistema garantisce un certo tipo di qualità. Made in italy significa garantire qualità e creatività ma saper cambiare di giorno in giorno.E per questo la mostra londinese guarda anche al futuro, a una moda che continui a fare da traino per il marchio Made In Italy come icona di stile. Fra gli altri lo chiede a uno dei maestri della pelle di Gucci, Fausto Cianfaroni.Obviously, our values are tradition, "Made in Italy" and quality. These are, of course, constantly challenged by innovation, which we must confront every day to have a young product that keeps up with the times".Ovviamente i nostri valori sono la tradizione, il made in italy e la qualità. Sono costantemente sfidati dall'innovazione con cui ci confrontiamo ogni giorno per avere un prodotto giovane al passo coi tempi.Così fra le icone del passato, dalle vacanze romane ai gioielli Bulgari alla Vespa, la mostra londinese, aperta fino al 27 luglio, rende omaggio anche all'entusiasmo dei designer più giovani: come il 38enne messinese Fausto Puglisi:I trust so much in Italian art and craft. That is something I like to do. I can never accept to do something out of Italy. I believe so much in sacrifice in fashion." Sacrifice means that fashion is your obsession and fashion is the only girlfriend and boyfriend you can have in life. Fashion is the only obsession, there is nothing else than fashion."Mi fido dell'artigianato italiano e non posso accettare di fare qualcosa fuori dall'Italia. Credo nel sacrificio. Sacrificio vuol dire che la moda è la tua ossessione, il tuo unico fidanzato o fidanzata. Non esiste altro al di fuori della moda.