Bari (TMNews) - La precarietà e la fuga dei cervelli "sono due patologie del mondo giovanile presenti soprattutto in Italia". Lo ha sottolineato il ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini, intervenuta a Bari al convegno di Confindustria sul capitale umano e la formazione. Entrambi i problemi "alimentano la disoccupazione giovanile" e occorre porvi rimedio a cominciare da un cambio di mentalità dei cittadini.