Bologna (TMNews) - Il linguaggio della ricerca. Questo il titolo della conferenza in corso oggi a Bologna. Protagonisti gli studenti di scuole medie e superiori, i loro insegnanti e i ricercatori del CNR e dell'INAF che per un anno li hanno introdotti alla scoperta della ricerca scientifica. A premiare i migliori progetti realizzati, la ministra Stefania Giannini, alla quale abbiamo chiesto con quali tagli pensa di recuperare i 400 milioni che dovrebbero arrivare dalla riduzione della spesa per università ed enti di ricerca."L'ho già detto, non si tratta di tagli, si tratta di una due diligence che non va a toccare minimamente la parte viva dei fondi che sono per ricerca e università. Abbiamo fatto un lavoro molto rigoroso e molto serio di risparmi strutturali. Perché in un momento di risorse indiscutibilmente più scarse, non solo per l'Italia - perché questo è un tema anche europeo, di cui si è discusso venerdì scorso nel Consiglio a Bruxelles - non è solo importante ribadire l'importanza degli investimenti sulla ricerca ma anche della qualità degli investimenti. E quindi la qualità dei risparmi, ed è questo che stiamo facendo".