Roma, (TMNews) - A livello nazionale la domanda di energia è in picchiata ai livelli del 1998 e non c'è segno di ripresa. Severo calo della domanda nazionale anche nel settore del gas. È quanto emerge dalla Relazione annuale dell'autorità per l'Energia elettrica e il gas, presentata alla Camera dei Deputati dal presidente dell'Authority, Guido Bortoni."Il calo dell'attività economica rivelatosi nella perdita di ben 7 punti di Pil dal 2008 ad oggi, si è riflesso anche nella picchiata della domanda di energia del Paese, che nel 2012 è tornata ai livelli del 1998 e non dà segni di ripresa".Stesso andamento anche nel settore del gas: "Nel settore del gas si registra un'ulteriore severa restrizione della domanda nazionale: circa il 3,5% in meno nel 2012 dopo il -6,3% dell'anno precedente. Sono dati impressionanti". Ma su questo, il presidente Bortoni annuncia: "Le bollette del gas diminuiranno almeno del 7% prima dei prossimi consumi invernali. Una famiglia si troverà un bel risparmio, circa 90-100 euro in bolletta proprio in vista dei consumi invernali".