Roma (TMNews) - Un esercito di inattivi che guarda al futuro con preoccupazione e senza molte speranze. I Disoccupati e scoraggiati in Italia hanno sfondato il drammatico muro dei sei milioni: ai 3,07 milioni di disoccupati si aggiungono, infatti, i 2,99 milioni di persone scoraggiate che sognano un impiego, ma non si attivano per trovarlo. E' quanto emerge dalla tabelle dell'Istat sulle "forze lavoro potenziali". In particolare gli inattivi che non cercano impiego pur essendo disponibili a lavorare, ci sono quasi 1,3 milioni di persone "scoraggiate", ovvero che non si sono attivate nella ricerca di una occupazione pensando di non poter trovare nulla da fare.Si tratta soprattutto di giovani e di persone che vivono nelle regioni del Sud, per loro il lavoro è sempre di più una chimera.L'Istat infine individua nell'area della "sotto-occupazione" nel secondo trimestre 2013 circa 650.000 persone mentre oltre 2,5 milioni di persone sono occupati con un "part time involontario", in crescita di oltre 200.000 unità rispetto allo stesso periodo del 2012.