Genova (TMNews) - Un piano per il lavoro giovanile. Questo, tra le altre cose, è andato a presentare a Genova l'amministratore delegato del gruppo Finmeccanica Alessandro Pansa. Intervenendo a un convegno sul futuro delle aziende liguri, il manager ha spiegato che non si tratta solo di 1500 assunzioni."E' un tentativo strutturale di coinvolgere quasi 10mila persone a partire dalla scuola secondaria superiore, nella convinzione di poter formare qualche migliaia di persone e di professionisti in grado di soddisfare quel bisogno di competenze e di know-how che in questo Paese certamente manca".Pansa ha ribadito anche che i capitali stranieri sono ben accetti, ma le aziende del gruppo non saranno lasciate al loro destino. E il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, ha mostrato una cauta soddisfazione."Pansa ha detto che la pagina è da scrivere - ha spiegato il governatore - quindi chi ha buone idee si metta lì e le metta in campo. Poi vedremo anche con il governo dopo questa fase complicata, ma apprezzo il coraggio e l'onestà intellettuale che Pansa ha dimostrato venendo qui oggi in una situazione molto complicata".Come sempre, dopo gli intenti, resta la sfida dei fatti.