Roma, (TMNews) - Il segretario generale della Fiom, Maurizio Landini, ha partecipato a Pomigliano d'Arco all'assemblea regionale dei metalmeccanici della Cgil. Soffermandosi sul tema dello stabilimento Fiat. "Il problema non riguarda solo Pomigliano, ma di tutto il gruppo Fiat. La Fiat sta mettendo in contrapposizione uno stabilimento con l'altro. Ciò che manca è un piano industriale generale". Landini ha parlato poi della manifestazione a Roma del 18 maggio: "Come Fiom abbiamo indetto una grande manifestazione a Roma il 18 di maggio e pensiamo che proprio in un momento in cui la democrazia è a rischio e c'è un malcontento è necessario non lasciare solo nessuno, è necessario che il sindacato torni a svolgere il ruolo di unificare e mettere insieme i lavoratori per cambiare questa situazione. La nostra manifestazione è per chiedere che ci siano dei cambiamenti a partire da nuove politiche che questo nuovo governo deve mettere in campo e anche dai cambiamenti delle politiche della Fiat".