Rho (askanews) - La sostenibilità e le sfide della mobilità nei trasporti: di questo si è parlato, nello spazio Fs a Expo 2015, nel convegno sulla Green Mobility per le città metropolitane italiane, tavola rotonda organizzata da Ferrovie dello Stato e dall'associazione QVQC alla presenza, tra gli altri, dell'amministratore delegato del Gruppo Fs Michele Mario Elia, che ha spiegato il senso di un'intesa rinnovata con l'Anci e molti altri soggetti istituzionali e imprenditoriali."E' un protocollo - ci ha spiegato l'ad - che è in scadenza ma che noi riteniamo vada rinnovato, perché il sistema dei trasporti non è avulso dalla realtà imprenditoriale, quindi è l'integrazione di questo servizio nel tessuto italiano, come parte fondamentale. Quindi è A rappresentare le città e i comuni italiani, il presidente del Consiglio nazionale dell'Anci, nonché sindaco di Catania, Enzo Bianco. "Noi abbiamo due grandi sfide in questo momento nelle grandi città di tutta Europa, quindi anche in quelle italiane: uno la sfida dell'urbanizzazione di massa: le persone si trasferiscono dai piccoli centri nelle grandi città e abbiamo un problema di rendere le grandi città italiane sempre più competitive. La seconda grande sfida è quella che riguarda l'ambiente, puntare sui trasporti, ridurre le emissioni, rendere la quaklità dell'aria più pulita è un obbligo per tutti i grandi Paesi dell'Europa e dell'Occidente".Fs ha anche annunciato 16 miliardi di investimenti, con impatto diretto sullo sviluppo del trasporto locale nelle aree metropolitane e sulla rete regionale, oltre che una serie di interventi per l'integrazione dei nodi metropolitani italiani con i corridoi europei dell'alta velocità.