Roma, (askanews) - Un padiglione interamente dedicato all'Italia, Paese ospite del Forum economico internazionale di San Pietroburgo, in cui si svolgeranno incontri strategici, politici, economici e verranno firmati contratti per miliardi di euro tra aziende italiane e russe. Ne ha parlato alla vigilia dell'appuntamento Antonio Fallico, presidente di Banca Intesa Russia e dell'Associazione Conoscere Eurasia che ha organizzato il padiglione.

"Le aziende italiane in un primo momento hanno risposto con molta timidezza, ma cammin facendo vedo un miglioramento dell'umore, c'è un grande entusiasmo di partecipare e inizia ad esserci richiesta di partecipazione. Ci sono moltissime aziende che parteciperanno al padiglione. Uno dei due partner per il padiglione italiano è il gruppo Intesa Sanpaolo e l'altro Finmeccanica".

Al Forum parteciperanno tra gli altri il Segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon, il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker e il premier italiano Matteo Renzi.

"Renzi è l'ospite d'onore, è la prima volta che un premier del G8 viene invitato e accetti invito a questa grande manifestazione che è il Forum di San pietroiburgo, la Davos russa. E' previsto che il premier Renzi apra insieme a Putin la sessione plenaria del Forum stesso ed è previsto che nel Padiglione ci sia quella tavola rotonda a cui prenderanno parte i due presidenti"

Un'occasione unica per le imprese italiane che parteciperanno e firmeranno accordi su cui poggeranno le basi i futuri investimenti in Russia.

"In questa sede saranno firmati alcuni accordi importanti tra i due Paesi e accordi e contratti tra le aziende dei due Paesi, molto significativi e per alcuni miliardi di euro".