San Pietroburgo, (askanews) - L'edizione 2018 del Forum di San Pietroburgo ha dimostrato che il business e le aziende sono sempre più insofferenti nei confronti del regime di sanzioni contro la Russia: ne è convinto Antonio Fallico, presidente dell'Associazione Conoscere Eurasia e di Banca Intesa Russia.

"Questo forum ha registrato ufficialmente più di 22.000 persone che provengono da 100 paesi. Io spero che questa massa di business che rappresenta più dell 85-90% che la Russia ha con l estero, faccia pressioni ulteriore affinché queste sanzioni vengano eliminate; il livello politico sembra insensibile, ma qualche cosa si sta muovendo, soprattutto in Europa dove i paesi europei, la metà dei 27 paesi europei, ormai non solo si dichiarano contrari come hanno fatto già in passato nelle segrete stanze, ma probabilmente saranno pronti a votare contro le sanzioni".