Milano (askanews) - L'Albero della Vita, opera simbolo di Expo 2015, metafora della pianta che offre come frutti i primati dell'industria agroalimentare italiana: dal maggior numero di certificazioni a livello comunitario, alla leadership nel numero di imprese che coltivano biologico. Ma anche il primato nella creazione di valore aggiunto per ettaro e quello nella sicurezza alimentare mondiale.Ettore Prandini, vice presidente nazionale di Coldiretti, spiega così l'impegno dell'Organizzazione degli imprenditori agricoli nel sostegno alla realizzazione dell'Albero della Vita. "Noi riteniamo che l'Albero della Vita sarà la vera immagine, il logo che resterà anche dopo Expo, e sarà per noi la possibilità di comunicare tutto ciò l'agricolutra italiana rappresenta. E abbiamo sfruttato l'immagine e le potenzialità dell'Albero della Vita per raccontare tutto ciò che rappresenta l'agricolutra italiana".