Milano (askanews) -"Vorrei chiedere agli organizzatori di Expo dove sono dentro questa kermesse i pescatori, contadini, gli allevatori, i formaggiai, coloro che fanno non la micro economia ma tutti assieme fanno la più grande macroeconomia del mondo". Carlin Petrini non le ha mandate a dire. Ha scelto di partecipare all'Expo delle idee, l'appuntamento andato in scena all'Hangar Bicocca, e da lì ha ribadito la sua posizione critica nei confronti dell'evento. Spera, Petrini, di poter scongiurare il rischio di un evento schizofrenico. E per questo pone due questioni. "Non è più possibile concepire se vogliamo cambiare il sistema alimentare un fronte separato tra produzione e consumo"."Per la prima volta i contadini soffrono la fame. Questo feticcio del libero mercato per cui si sacrificano le comunità va smantellato. Se non si risolve il vulnus del libero mercato che distrugge la dignità delle persone tutto il resto diventa una bella kermesse, un bel letto che il nostro sistema Italia si dà".