Roma (TMNews) - Fuori, una scatola; dentro, una piazza come luogo d incontro. La struttura del Padiglione Italia a Expo 2015 sarà alta 25 metri, avrà cinque piani e una terrazza panoramica. Una struttura ramificata come un albero della vita costruita da Nemesi & Partners, Proger Spa, BMS Progetti e nata fra Roma, Pescara e Milano. Sarà la porta d ingresso all intera esposizione. Michele Molé, della Nemesi & Partners, progettista: Noi abbiamo voluto che questo tema dell'albero, della foresta pietrificata diventasse la struttura del progetto, soprattutto da un punto di vista energetico. Nell interscambio di cui l albero è capace, l edificio cerca di prendere energia e ridarla all'ambiente per diventare quello che si definisce un edificio a consumo zero. C'è stato un grande lavoro anche attraverso il meglio che la tecnologia italiana riesce a produrre per far si che si raggiungesse questo obbiettivo . Costo totale, 44 milioni di euro, di cui 15 per il tetto ad ali di gabbiano e la pelle esterna in cemento. Ancora Molé: L'involucro rappresenta questa seconda pelle che avvolge l'intero edificio e si sovrappone alla quinta architettonica vera e propria, la facciata vetrata, e serve per contenere l'irraggiamento diretto del sole all'interno dell'edificio; però abbiamo cercato di far sì che questo avvenisse seguendo l'idea poetica della natura e in questo caso dell'albero .