Roma, (askanews) - Lanciare un messaggio "molto serio sulla protezione del pianeta" e sulla qualità dell'alimentazione "per l'insieme degli uomini che lo popolano". E' l'obiettivo della Francia all'Expo2015 che si aprirà a Milano a inizio maggio, come ha spiegato negli studi di askanews l'ambasciatrice francese in Italia Catherine Colonna. "Bisogna tornare a delle produzioni alimentari territoriali, che permettano di nutrire le popolazioni locali e magari anche di rimettere in discussione un certo numero di meccanismi del commercio internazionale che sono stati poco egalitari. Un po' più locale, un po' meno globale", ha spiegato Colonna, ricordando che anche i paesi "ricchi" hanno molta strada da fare: "Un quarto di ciò che produciamo è buttato, sprecato: è ridicolo, vergognoso, non va bene".