Milano (TMNews) - Etihad dice sì ad Alitalia. È positiva, la risposta della compagnia degli Emirati Arabi alla lettera con cui la ex compagnia di bandiera chiedeva una proroga delle scadenze per la firma dell'accordo: l'annuncio è dell'amministratore delegato Gabriele Del Torchio al termine del cda. "Dobbiamo fare degli approfondimenti ma sono contento" ha detto l'ad di Alitalia. L'8 agosto l'assemblea degli azionisti è chiamata ad approvare l'aumento di capitale da 300 milioni di euro: in quella data sarà anche firmato l'accordo.Etihad investirà 560 milioni in Alitalia per salire fino al 49% del capitale di una struttura societaria che accoglierà vecchi e nuovi soci. L'aumento di capitale sarà sottoscritto da Poste Italiane, le banche Intesa Sanpaolo e Unicredit, Atlantia della famiglia Benetton e la Immsi di Roberto Colaninno, più qualche eventuale socio minore. I vecchi soci di Alitalia-Cai e Poste daranno vita a una nuova società: questa "midco" parteciperà al 51% del capitale della nuova Alitalia, partecipata a sua volta da Etihad al 49%.La compagnia italiana ha aperto le procedure di mobilità per 2.171 dipendenti di Alitalia e AirOne, come previsto dall'accordo per 2.251 esuberi firmato da Fit-Cisl, Uil Trasporti, Ugl Trasporto Aereo ma non da Filt-Cgil. Entro il 10 settembre verranno definite le uscite volontarie, poi si aprirà la fase per chi ha rifiutato gli incentivi.