Milano, (askanews) - Entro il 2020, il 90 per cento della popolazione mondiale con più di 6 anni d'età avrà un telefono cellulare, e le sottoscrizioni legate ad uno smartphone raggiungeranno i 6,1 miliardi. India e Cina sono i Paesi con la crescita più rapida nel numero degli abbonamenti alla telefonia mobile, con 18 e 12 milioni di nuove sottoscrizioni nel terzo trimestre 2014. Sono i dati del Mobility Report di Ericsson 2014-2020, aggiornamento sui trend mobili analizzati tramite i big data provenienti dalle reti di tutto il mondo.Secondo il rapporto il 65-70 per cento di tutti i telefoni venduti nel terzo trimestre 2014 sono stati smartphone, contro il 55 per cento del 2013. Nonostante l'aumento, che porterà a circa 800 milioni i nuovi abbonamenti legati ad uno smartphone entro fine 2014, il rapporto rileva che ci sono ancora margini di crescita per il prossimo futuro.Il video continua a dominare le reti mobili, ed è la parte di dati più grande e in rapida crescita: attualmente nelle reti 4G costituisce il 45-55 per cento del traffico mobile, guidato in gran parte da un maggiore consumo di video in streaming e dai miglioramenti nell'esperienza di fruizione in mobilità. Ericsson stima che il traffico video in mobilità aumenterà di dieci volte entro il 2020, quando costituirà circa il 55 per cento di tutto il traffico dati mobile.Il 5G dovrebbe essere lanciato commercialmente dal 2020, ed è previsto che la tecnologia abbia un assorbimento più veloce del 4G LTE.