Roma, (askanews) - Arrivano i droni nella centrale Enel di Torrevaldaliga Nord di Civitavecchia. A loro sarà affidato il compito di supportare le attività di esercizio, manutenzione e protezione dell'impianto, grazie a soluzioni sviluppate da due star-up: Convexum e Percepto.

In particolare, la start-up "Convexum" ha sviluppato un sistema in grado di impedire il sorvolo dell'impianto da parte di eventuali droni non autorizzati. La start up "Percepto" ha invece sviluppato un drone capace di eseguire missioni di volo automatiche attraverso l'uso di sensori e di algoritmi di computer vision, e di fornire supporto alle attività di ispezione dell'impianto. Il drone è gestito dalla sala operativa dell'impianto, da cui è possibile avere in tempo reale una visuale completa su tutta l'area interessata dalle operazioni di volo. Il drone, grazie all'uso di sensori, consente di raccogliere grandi quantità di immagini e di analizzarle in tempo reale impiegando un sofisticato sistema di

video analisi.

L'Enel quindi punta sempre di più sull'innovazione e sulle start up. Come comferma Ernesto Ciorra, responsabile Innovability del gruppo: "le start up sono uno strumento fondamentale della nostra innovazione, ne abbiamo analizzate circa 3 mila negli ultimi 3 anni e abbiamo lanciato circa 400 progetti con loro e in oltre 40 casi abbiamo portato le loro soluzioni in più di 4 paesi nel mondo in cui siamo".

Quello di Torrevaldaliga è il primo impianto ad usare tale tecnologia e si conferma come centrale di riferimento dell'Enel per lo sviluppo di soluzioni innovative ad alta tecnologia.