Roma, (TMNews) - Il nuovo governo dovrà avere unamaggiore attenzione per l'agricoltura, "vero motore economico" esettore da cui ripartire per riportare l'Italia sul sentierodella crescita. L'agricoltura "è un settore strategico ma habisogno di attenzione e quindi di strumenti" ad hoc. Ilpresidente di Confagricoltura, Mario Guidi si è detto preoccupato per una campagna elettorale tutta incentrata sulla "restituzione delle tasse" e ha lanciato un chiaro messaggio al prossimo esecutivo: "se non ci saranno inversioni di rotta dal punto di vista della pressione burocratica e fiscale, temo che anche il 2013 non sarà un anno positivo" per l'agricoltura italiana.