New York (TMNews) - L'Italia è seconda al mondo per quanto riguarda l'efficienza energetica. Prima di noi soltanto la Germania. È quanto sostiene l'American Council for an Energy-Efficient Economy (Acee), associazione no-profit americana. Male gli Stati Uniti (tredicesimi) superati in molti settori anche dalla Cina.La performance dell'Italia è legata sopratutto alla categoria "trasporti", dove si piazza al primo posto, e per una politica attenta ai temi dell'energia, dove raggiunge un punteggio uguale a quello francese. Nella classifica generale precediamo l'Unione Europea (come media), la Francia, la Cina e il Giappone. Piuttosto male invece per quanto riguardo la costruzione di nuovi impianti per la produzione di energia rinnovabile, e soprattutto nel settore edilizio: le nostre residenze private consumano una quantità di energia in media con gli altri Paesi, ma siamo primi in una classifica negativa per quanto riguarda lo spreco di energia nelle residenze commerciali.Passi avanti potrebbero essere fatti anche estendendo le norme sull'etichettatura energetica, finora limitate agli elettrodomestici, su tutti i prodotti che hanno un impatto rilevante, diretto o indiretto, sul consumo di energia.