Roma, (askanews) - Effetto Draghi sui mercati dei titoli di Stato. Gli investitori corrono ad acquistare i titoli di Stato di Italia e Spagna e degli altri paesi periferici dell'area euro.Il rendimento del Btp decennale italiano registra il nuovo minimo storico. I tassi infatti hanno toccato il 2,15% mentre lo spread con il Bund tedesco scende sotto i 140 punti. Sembra quasi paradossale. Ma mentre aumenta l'avversione in Europa nei confronti dell'euro, grazie alla moneta unica il costo del debito pubblico cala in modo consistente. Esattamente tre anni fa, in piena bufera sul debito pubblico italiano, i tassi sul decennale erano schizzati al 7,50%.Gli investitori da alcuni giorni acquistano Btp e Bonos spagnoli a piene mani. Non è che improvvisamente l'Italia abbia risolto i problemi di crescita e di deficit. E lo stesso vale per la Spagna. Il motivo è che il presidente della Bce, Mario Draghi, ha lasciato intendere che l'Eurotower è pronta a lanciare un programma di acquisto di titoli di Stato. Il cosidetto quantitative easing. Operazioni finalizzate a stimolare la crescita e scongiurare lo spettro della deflazione.