Roma (askanews) - Serve un cambiamento. A oggi "l'Unione rimane fragile perché le riforme rimangono affidate ai singoli ambiti nazionali". Lo ha detto il presidente della Bce Mario Draghi durante un'audizione alla Camera. "Non c'è modo di garantire che i paesi prendano le misure necessarie per farne membri all'altezza dell'unione monetaria, questa è una cosa a cui occorre guardare per pensare un cambiamento".