Roma (askanews) - "In vari Paesi dell'area la crescita potenziale si era smorzata già prima dell'introduzione dell'euro". Lo ha detto il presidente della Bce Mario Draghi durante un'udienza alla Camera dei deputati. "In Italia si è ridotta dal 2,5% annuo dei primi anni 90 dall'1,5 per cento nel 1999 e oggi il Fmi stima che sia a zero".