Milano (TMNews) - Dopo tre anni di contrazione, i consumi delle famiglie italiane registrano nel 2014 una moderata ripresa, che l'Istat quantifica in un +0,2%. Le previsioni per gli anni successivi indicano una cauta, ma graduale ripresa delle spese e per il 2015 si prevede un +0,5%, che dovrebbe diventare un +1% l'anno successivo.L'aumento dei consumi, spiegano dall'Istituto, "sarebbe sostenuto prevalentemente da un incremento del reddito disponibile", che è previsto crescere in misura superiore all'inflazione. Dunque il potere d'acquisto delle famiglie tornerebbe a migliorare per la prima volta dal 2007. In questo contesto il peso degli 80 euro in più in busta paga per alcune fasce sociali avrebbe, nell'analisi dell'Istat, un "effetto minimale".