Roma, (askanews) - Come sta cambiando il lavoro nell'epoca del digitale? Negli spazi dell'acceleratore di startup Luiss ENLABS a Roma, si è parlato proprio di questo nel corso del "DoLab Open Day 15, Digital Smart Working", l evento inaugurale dell anno didattico 2015/16 di DoLab, la scuola per professioni digitali nata nel 2013 da un idea di LVenture Group.Un tema più che mai d attualità, se si considera che in Italia lo scorso anno il numero di occupati nell'ambito del digitale e dei nuovi media è aumentato del 15% e che questo trend positivo non sembra destinato a fermarsi. E' l'intero mondo del lavoro peraltro che sta cambiando, e questo richiede nuova formazione per nuove competenze. Lo conferma Luigi Capello, cofounder di Luiss ENLABS e amministratore delegato di LVenture Group."Un dato solo, il 47% dei lavori che oggi esistono nei prossimi anni saranno sostituti dalle macchine. E' dunque ancora più necessario creare competenze e metterle in contatto con le imprese. E' questo che contiamo di fare con DoLab".La DoLab School punta insomma a lanciare veri "supereroi del digitale", e per questo in un anno e 7 mesi di attività, ha già formato oltre 700 giovani in più di 20 discipline digitali, preparandosi poi a lanciare un nuovo ambizioso progetto illustrato durante l'Open Day da Futura Pagano, project manager di DoLab: un portale di formazione per il lavoro DoLab Ecosystem, piattaforma dedicata a facilitare il passaggio dalla formazione al mondo del lavoro.