Milano (TMNews) - Migliora il dato complessivo sulla disoccupazione in Italia: secondo i dati dell'Istat relativi al mese di giugno si è arrestata l'emorragia di posti di lavoro e il tasso generale segna un miglioramento dello 0,3% rispetto a maggio, attestandosi al 12,3%.Una cifra, comunque, che fa ancora paura e che restituisce la fotografia di un Paese ancora lontano da una vera ripresa. E a frenare ogni possibile entusiasmo arrivano i numeri sulla situazione dell'impiego tra gli under 24: qui la disoccupazione arriva al 43,7%, ai massimi dal 1977, con un incremento su base mensile dell0 0,6% e addirittura del 4,3% a livello annuale. I giovani, insomma, restano l'anello debole del mercato del lavoro italiano, con un tasso di inattività tra i 15 e i 24 anni che raggiunge la drammatica soglia del 73,2%.