Roma, (askanews) - "Il tema della cultura, del rapporto con le imprese, con la

capacità competitiva del paese è diventato un elemento fondamentale, come avviene in tanti altri paesi europei e anche fuori dall'Europa".

Lo ha affermato, in occasione del rapporto cultura di Fondazione Symbola e Unioncamere, il presidente di Unioncamere Ivan Lo Bello.

"Oggi dobbiamo mettere assieme la nostra capacità culturale insieme ai grandi flussi, pensiamo al digitale, alle nuove tecnologie, che sono già dentro i processi culturali. Quindi ci troviamo in una fase nuova, importante - ha aggiunto Lo Bello -.

Abbiamo messo alle spalle le vecchie logiche che volevano dividere la cultura rispetto al tema delle imprese e della capacità competiviva. Oggi discutiamo proprio di questo elemento, oggettivamente molto importante perchè determina una maggiore capacità di mettere in campo strutture culturali molto forti. E' un modello che da molti anni abbiamo visto nei grandi musei statunitensi, inglesi. Lo dobbiamo mutuare perchè abbiamo un patrimonio enorme, a patto di uscire da questa vecchia logica che ha di fatto bloccato tutti i processi culturali di questo paese".