Roma (TMNews) - Il commercio tradizionale al dettagliocrolla in tutte le sue forme anche perché è tornata l economiadomestica con quasi tre famiglie su quattro. E quanto emerge da una indagine Coldiretti.Tra chi ha tagliato gli sprechi - sottolinea la Coldiretti - l 80per cento fa la spesa in modo piu oculato, il 37 per centoguardando con più attenzione alla data di scadenza e il 26 percento riducendo le dosi acquistate, ma sono il 56 per centoquelli che riutilizzano quello che avanza."Il risultato è stato che - continua la Coldiretti - si èverificato il drammatico crollo storico della spesa accompagnatadal cambiamento nella composizione del carrello ma anche deiluoghi di acquisto". n controtendenza con il calo generaledelle vendite degli alimentari si registrano valori in crescitaper l acquisto di materie prime, dalla farina alle uova fino almiele. A cambiare sono anche i luoghi tradizionali della spesacon ben 15 milioni di italiani che nel 2013 hanno fatto la spesanei mercati degli agricoltori (+25 per cento) che sono l unicaforma di distribuzione commerciale in crescita sostenuta neltempo della crisi.